Cadaqués

Le temperature opprimenti di luglio e agosto sono solo un ricordo, ma il bel tempo è quasi assicurato. L’ultima coda dell’estate può protrarsi anche a lungo: prezzi più bassi, mete improponibili che diventano low cost, spazi più vivibili e paradisi naturali che rimangono tali, senza il sovraffollamento dei mesi vacanzieri. Tutto questo è settembre: se, lavoro permettendo, amate la tranquillità, con un occhio al portafogli, la scelta non può che cadere su una destinazione nel nono mese dell’anno.

Cadaqués
Settembre si presta per andare alla scoperta della provincia di Girona, in Spagna. Due città su tutte: Cadaqués e Figueres. La prima è un’opera d’arte: piccolo borgo di duemila anime, abitato da pescatori. Un villaggio di case bianche, una costa di scogli su un mare trasparente: non a casa si sono rifugiati qui in cerca di ispirazione personaggi del calibro di Pablo Ricasso, Federico Garcìa Lorca e Salvador Dalì (di cui vi è ancora la casa-museo). Allo stesso eclettico artista spagnolo deve la celebrità Figueres: qui nacque e morì Dalì, e qui si trova il celebre museo. Una spettacolo unico. Per arrivarci lo scalo più vicino è quello di Girona: Ryanair collega una decina di città italiane all’aeroporto della Costa Brava.

Monaco
Più che Monaco si dovrebbe dire Oktoberfest: scordatevi la tranquillità, i paesaggi poetici e romantici di Cadaqués. Il 21 settembre nell’immensa area di Theresienwiese si parte: fino al 6 ottobre la grande protagonista sarà la birra. Quattordici giorni divisi fra la bevanda alcolica, tradizione, canti popolari bavaresi. Il tutto immerso in un grande parco giochi: il consiglio è di non dimenticarsi di Monaco, splendida città, il cui centro è tutto da girare a piedi. L’aeroporto di Monaco è dedicato a Franz Josef Strauss: per raggiungerlo dall’Italia ci sono decine di voli (consigliata Air Berlin).

Creta
Ryanair porta turisti e viaggiatori italiani a Chania, grosso centro sull’isola di Creta, la più grande delle greche: i collegamenti prevedono partenze da Bologna, Milano, Pisa, Roma e Treviso. Meglio scegliere al seconda settimana di settembre, quando i costi (aerei, alberghi, campeggi, vita in generale) si abbassano, ritornando alla normalità. In questo periodo, oltre a godere ancora delle meravigliose spiagge, è possibile vedere con maggiore tranquillità il Palazzo di Cnosso e i suoi affreschi. L’acqua è a temperature ottimali e ogni luogo è straordinario: consigliata l’automobile, per spostarsi in libertà e girare tutta l’isola senza problemi. Non perdetevi Elafonissi, spiaggia nel sud ovest dell’isola e punta di diamante di Creta.