Scopri l’esplosione creativa della moda londinese nel 1980 in una grande mostra al V&A. Attraversando più di 85 abiti dalla passerella al Club: “London Fashion” nel 1980 mette in mostra audaci ed emozionanti look dei più sperimentali giovani designer del decennio tra cui Betty Jackson, Katharine Hamnett, Wendy Dagworthy e John Galliano.

La mostra ripercorre la teatralità britannica emergente influenzata da una nuova generazione di designer andando a celebrare stili iconici quali i nuovi abiti romantici. Inoltre la mostra indaga come la relazione tra creatività, reinvenzione si rifletta in riviste come iD e Blitz e molti altri…

Gli anni ’80 vedono l’esplosione del club nello scenario Londinese spiegato come luogo di condivisione per stilisti, musicisti o ballerini, registi, che avevano la passione per la creazione di qualcosa di nuovo che era quasi contagiosa.

I primi club: come Billy, Blitz e il Club degli Eroi erano molto piccoli ed attraevano poche persone ma nel decennio successivo sedi come il Palazzo Camden e magazzini cominciarono ad attrarre un pubblico molto più vasto.
Anche se meno intimo, creativo il legame tra musica, club e passerella divenne la caratteristica distintiva nel 1980.

Nei primi anni ’80 la moda londinese ha cominciato a creare scalpore a livello internazionale.
Le sfilate di moda cominciarono ad esserci anche a New York e in Giappone. Un evento importante a quel tempo, un passo avanti.

“A Londra, negli anni Ottanta, durante la notte l’immaginazione dei giovani designer, innescate da una vibrante creatività, correva nei club lungo la scena londinese.
John Galliano ricorda: ‘Giovedì e Venerdì il collegio “Saint Martin” era quasi deserto. Tutti erano a casa a lavorare sui loro costumi per il fine settimana ‘.
Londra era in quel momento un luogo dove era possibile creare qualcosa dal nulla attraverso la passione e ambizione.

La mostra si può visitare fino al 16 febbraio 2014 presso il Victoria and Albert Museum di Londra.