Dopo la bellissima Caterina Balivo anche Manuel Foresta sceglie BagExpress per raccontare i suoi sogni, le sue passioni e soprattutto i suoi viaggi a ritmo di musica.
Con una voce come poche, Manuel incanta il pubblico di The Voice Of Italy  e conquista il cuore di Raffaella Carrà….riuscirà con un intervista a conquistare i lettori di BagExpress?
A voi l’ardua sentenza!

Identikit del Viaggiatore

Smart Traveller Challenge BagExpress


Nome reale:
Manuel Foresta

Aka: Manuel Foresta

Account Twitter: @manuelforesta
Account Facebook: ManuelForesta

L’intervista

Ciao Manuel!

1) Presentati così come avrebbe fatto la Carrà a The Voice!
Ok, ci provo : “Signore e Signori, ladies and gentleman,  vi riscalderà con la sua voce e non riuscirete più…”  No… non ce la faccio, diciamolo, di Carrà ce n’è una sola ed io non ho neanche il caschetto biondo, quindi parto proprio col piede sbagliato!

2) In treno, causa imprevisto, sei costretto a rallentare il tuo viaggio. Come impieghi il tuo tempo? Solitamente mi guardo intorno, scruto le persone che mi sono sedute vicino ed inizio con loro a chiacchierare. Com’è che si dice? Mal comune mezzo gaudio…e poi ammettiamolo, viaggiare significa soprattutto incontrare persone  e un imprevisto può diventare un’occasione divertente e spesso anche unica per poterlo fare, soprattutto per uno logorroico come me.

3) Quali sono per te i “Colori primari” di un viaggio?
I colori primari di un viaggio per me sono: i luoghi, perché è proprio vero che nessun posto è come un altro ed io sono molto curioso di volta in volta di scoprirne le peculiarità e le caratteristiche; la compagnia, perché le persone di cui ci circondiamo possono cambiare totalmente la percezione di ciò che ci circonda ed i colpi di scena, perché quando tutto è già previsto ci si annoia e durante un viaggio questo non dovrebbe accadere mai!

4) Se è vero che, come canti tu, “la vita è una danza” ed è impossibile rimanere fermi, quali sono i tuoi best places da visitare almeno una volta nella vita?
Spesso appunto cose da fare e luoghi da visitare, come promemoria, sui miei quaderni e ci sono due posti lontani che voglio assolutamente visitare da tempo ma che ancora non sono riuscito a fare: l’Africa, perché penso che un viaggio tra le bellezze di questo continente possa essere un’esperienza profonda, mistica, come una sorta di ritorno alle origini ed il Giappone, di cui mi affascina molto la cultura, ma soprattutto l’architettura, altra grande passione della mia vita.

5) Una nuova tournée ti aspetta…. Cosa non può mancare nella valigia professionale di Manuel Foresta?
A volte sono un po’ ipocondriaco e quando si tratta di tournée e so che dovrò cantare ho sempre una sola preoccupazione, che probabilmente è quella della maggior parte dei cantanti, ma che nel mio caso sfiora quasi l’ossessione: proteggere la voce da qualsiasi agente esogeno!!! Quindi che sia estate o che sia inverno, nella mia valigia non può e non deve assolutamente mancare una sciarpa.

6) Partenze intelligenti o Viaggi d’avventura?
Sebbene provi  a programmare i miei viaggi e a farlo sempre con la massima dedizione, mi sono ormai rassegnato al fatto che per me esistono solo viaggi d’avventura! L’imprevisto nei miei itinerari è all’ordine del giorno, raggiungendo spesso dei risvolti comici. Ma mi piace che sia così ed è forse proprio per questo che amo viaggiare. Il sentirsi un po’ nomadi e la voglia di non poter immaginare cosa ci stia per accadere regala la sensazione di non essere imbrigliati nel meccanismo del continuo pianificare e questo penso faccia davvero bene alla mente.

7) Il tuo rapporto con i bagagli?
Sono un tipo molto distratto e maldestro. Preparo solitamente i bagagli 10 minuti prima di partire perché non mi piace vivere lo stress dell’organizzazione, ma il vero dramma è che un volta partito, durante i viaggi, spesso dimentico totalmente di avere con me le valigie e  rischio puntualmente di lasciare l’aereo o il treno senza recuperarle.

8) Viaggiare leggeri senza la preoccupazione dei bagagli…”li Chiameremo sogni” o è una bella verità?
Fino a qualche tempo fa credevo fossero solo sogni oggi invece pare che le cose siano cambiate e per tutti i  tipi come me penso proprio sia una gran bella novità, oserei dire un’ancora di salvezza!

9) E se la soluzione fosse proprio BagExpress ?
BagExpress in effetti pare proprio sia la soluzione e non vedo l’ora di provarlo. Già mi sento più leggero ed al solo pensiero mi vien voglia di prenotare il prossimo viaggio all’istante!

10) Un’ultima domanda prima di salutarci: nomina tre colleghi da invitare allo Smart Traveller Vip.
Certo, con piacere! Nomino tre colleghe, anche loro passate dal palco di The Voice, Luna Palumbo,Chiara Dello Iacovo e Silvia Capasso

Grazie!

Quella che avete appena letto è un’intervista fresca e frizzante proprio come il bravissimo Manuel Foresta a cui l’abbiamo proposta. Ma BagExpress non smette mai di stupire! Ci sono tante altre sorprese in serbo per voi…Volete saperne di più? E allora continuate a viaggiare con la leggerezza di BagExpress e i consigli del nostro Magazine! Non potrete più farne a meno!