Le  fotografie ci permettono di viaggiare in tutto il mondo senza muoverci dai comodi divani delle nostre case.

Vi invitiamo però a visitare le città di Monza, Napoli, Roma, Modena, Foligno, Palermo per ammirare le opere di alcuni degli artisti più importanti e talentuosi al mondo che vi permetteranno di essere  al centro del mondo.

Ugo Mulas – Napoli e Milano
Fino al 14 febbraio 2015
Una doppia personale dedicata a un fotografo riconosciuto come uno dei maestri del ritratto e del reportage. Le immagini in mostra, tra cui molte inedite, raccontano il suo periodo di sperimentazione e di ricerca, tra il 1969 e il 1973.

Steve McCurry – Monza
Fino al 6 aprile 2015
Dai lavori più recenti alle immagini più conosciute, la mostra è l’occasione per ripercorrere l’intera carriera del fotografo, anche attraverso delle video interviste in cui spiega il suo modo di relazionarsi ai soggetti che ritrae.

Ferrotipi- Roma
Fino al 30 gennaio 2015
Una collezione di ferrotipi proveniente dagli Stati Uniti e dall’Europa che ricostruisce un uso della fotografia diffuso tra la seconda metà dell’ottocento e i primi decenni del novecento.

Daido Moriyama – Foligno
Fino al 25 gennaio
Il Centro italiano arte contemporanea ospita oltre 120 fotografie realizzate dagli anni sessanta fino ad oggi da Daido Moriyama. Le immagini ripercorrono l’intensa carriera dell’artista, evidenziandone il personale approccio col mondo e mostrano la sua visione sulle trasformazioni che hanno segnato la storia giapponese.

Fotografia de Los Andes – Modena
Fino all’11 gennaio 2015
Agli inizi del novecento nella città peruviana di Arequipa la fotografia stava vivendo la sua epoca d’oro. La scena era dominata da Max T. Vargas ed Emilio Diaz, promotori di un modello di fotografia artistica che rivolgeva grande attenzione al ritratto e al paesaggio e che furono anche i maestri di numerosi altri fotografi che diedero vita alla cosiddetta “scuola di Arequipa”. Le loro opere sono esposte in una grande mostra collettiva ospitata presso la Fondazione fotografia di Modena.

Calogero Cammalleri – Palermo
Fino all’8 marzo 2015
Negli ultimi anni Lampedusa è diventata sinonimo di migrazione, tragedie in mare e disperazione. Il fotografo Calogero Cammalleri ha voluto ricercare la vera identità di questa isola con il progetto Lipadusa. La mostra, ospitata al museo civico di Castelbuono (Palermo), durerà fino all’8 marzo.