Plaza de Espana, Siviglia, Andalusia

Finora abbiamo ricevuto solo dei piccoli e fugaci assaggi: la primavera ancora tarda ad innescare la marcia giusta. Ci sono alcune destinazioni in Europa dove invece le temperature sono già alte, dove la sera spira una piacevole brezza, dove il mare ritorna ad essere il protagonista assoluto del tramonto. Dove la primavera arriva prima: e questo è il momento migliore, fino a maggio, per visitare Atene e le città dall’Andalusia. Prima che l’asfalto torni rovente sotto gli oltre 40 gradi della loro torrida estate.

Atene
La Grecia sta attraversando la peggiore crisi economica della sua storia, ma il fascino di una città ricca di storia non può venire a meno. Si dice sia sporca, si dice che il traffico e lo smog siamo presenze costanti che infastidiscono la presenza dei turisti, si dice che ci siano vecchi palazzi che distruggono il panorama: è proprio così. Ma Atene, con tutti i suoi difetti, rappresenta un gioiello decadente: in copertina ovviamente l’Acropoli e il suo Partenone, quindi i vicoli del villaggio di Plaka, l’antica Agora, musei e affreschi. Un tuffo nella storia, un ritorno ai vecchi libri di storia dell’arte. Da assistere dal vivo. Come arrivarci? Dall’Italia servono due ore e mezza di aereo per raggiungere la capitale ellenica. Con easyJet è semplice trovare delle buone offerte, e così anche voi potrete dire la vostra. Si dice che…

Siviglia
L’Andalusia si incendia presto, toccando temperature che rendono difficile muoversi fino a tardo pomeriggio. Questo succede durante l’estate, mentre la primavera, che non tarda mai, rende Siviglia graziosa e frizzante. Sono parecchi i parchi che affollano la città, fra giardini, monumenti: il tutto è sospeso a metà fra stile occidentale e arabo, in un perfetto mix che la rendono unica. La ciliegina sulla torta è il Guadalquivir, il fiume che spezza in due la città. Dalla mastodontica cattedrale alla recente e immensa Plaza de Espana, dalla Giralda all’Alcazar: tutto questo è da vedere nella splendida Siviglia, sempre che riusciate a reggere al ritmo forsennato della sua vita notturna: flamenco, tapas, cerveza, sangria vi faranno perdere nel dedalo di viuzze, si svolge tutto in strada. Non ve ne pentirete. Un aereo Ryanair per Siviglia costa relativamente poco, anche se il prezzo è più elevato rispetto ad altre destinazioni spagnole: basta prenotare in anticipo per l’ora e mezza che separa l’Italia dal centro andaluso.

Granada
Almeno un paio di giorni vanno dedicati a questa splendida cittadina: si trova a circa 250 chilometri di distanza da Siviglia, a 130 da Malaga. Volando verso la città affacciata sul Mediterraneo potrete ottimizzare i costi: con Ryanair bastano poche decine di euro, per poi spostarsi in auto e treno. Granada si trova a circa 700 metri d’altezza: cielo azzurro e temperature miti, con serate piuttosto fresche. L’Alhambra non teme rivali al mondo quando si parla di architettura: l’arte islamica ha partorito questo capolavoro, scolpito nella natura circostante, ossia la Sierra Nevada. Insomma, Granada vale la pena anche solo per vedere questo gioiello: inoltre la città è molto viva, spontanea e attiva, come in tutta l’Andalusia. Baretti, chioschi, tapas y canas, all’ombra dell’Alhambra. Che non vi lascerà mai.