In Danimarca quest’anno la primavera è arrivata con qualche giorno di anticipo. Il 18 marzo è stato infatti inaugurato ufficialmente un nuovo distretto museale che promette di diventare in breve un riferimento internazionale in tema di arte ed eventi culturali. Si chiama Parkmuseerne ed è un vero e proprio quartiere che collega tematicamente i principali musei della capitale danese e insieme i parchi cittadini più frequentati, che da soli ricevono già oltre tre milioni di visitatori ogni anno.

Il quartiere è stato realizzato grazie a una collaborazione tra sei  musei: la Collezione David, la Casa del Cinema, la Collezione Hirschsprung, il Castello Rosenborg, il Museo di Storia Naturale e la Galleria Nazionale d’Arte. L’idea è quella di abbinare la visita culturale all’esperienza unica della natura, di cui i danesi fanno un vero e proprio stile di vita. Nel quartiere si trovano infatti alcune delle aree verdi più conosciute come il Giardino Botanico, i Giardini Reali e il piacevole Østre Anlæg.

In Parkmuseerne tutto è dentro e fuori, e tutto è accessibile a piedi a breve distanza, è la caratteristica che lo rende unico rispetto ai grandi distretti museali europei. L’area contiene tutto il necessario per trascorrere una giornata tra musei, passeggiate, caffè e ristoranti, negozi e spazi ricreativi per i bambini.

In occasione dell’apertura sono state inaugurate contemporaneamente sei mostre, tutte dedicate al tema dei fiori di cui Copenhagen è da sempre particolarmente orgogliosa. Tra le principali Una stagione fiorita presso la Collezione Hirschsprung, raccoglie le opere di L.A. Ring, Fritz Syberg e Harald Slott-Møller, artisti danesi che hanno dipinto immagini di primavera, ciascuno secondo la propria prospettiva.

La galleria Nazionale Danese presenta invece I fiori e la visione del mondo,  una passeggiata sensuale attraverso le molteplici ricchezze del mondo dei fiori in oltre 300 opere.

Nella Casa del Cinema apre Tramite i fiori, una mostra con tantissime foto di scena e fotogrammi tratti dai film in cui i fiori possiedono un ruolo importante, il materiale proviene da tutto il mondo e abbraccia tutta la storia del cinema. Al castello di Rosenborg La conoscenza crea l’artesi focalizza sulla porcellana reale Flora Danica, apprezzata per la sua eleganza e ispirata al libro omonimo.

Collezione David propone infine Flora Islamica, una panoramica approfondita sui fiori e le piante come motivi decorativi nell’arte islamica.

Info: http://parkmuseerne.dk