Il vino è molto più di una bevanda: racconta l’intera storia di una regione, il suo clima, la vita dei suoi abitanti, il loro gusto e la loro ingenuità. Ogni vino è un prodotto da scoprire, cosi come il territorio in cui si produce. Lo sanno bene gli enofili che fanno delle cantine la destinazione ideale per i loro wine tour, viaggi esperienziali che permettono di unire alle esperienza di viaggio il piacere del palato.

Destinazioni vinicole in Europa: la top 3 di bagexpress

L’Europa è la patria dell’arte vinicola e della cultura del bere vino, una mecca per gli enofili di tutto il mondo, che vengono ad assaggiare le molte varietà, esplorare le molte regioni vinicole e conoscere le tradizioni di questa bevanda secolare. Ma quali sono le migliori destinazioni vinicole in Europa? Scopriamolo insieme!

Champagne- Francia

La regione Champagne-Ardenne è conosciuta in tutto il mondo per le eccellenti cantine e la qualità dei suoi vigneti che coprono oltre 30.000 ettari e mobilitano i talenti di migliaia di agricoltori. Organizzare un wine tour in questa regione significa immergersi totalmente nella tradizione vinicola del luogo. Ogni scorcio, ogni città ne emana i profumi, racconta storie ed esalta la mente abbinando alla cultura locale l’arte della produzione della bollicina più famosa al mondo.

Strada del vino dell’Alentejo – Portogallo

Nell’Alentejo, regione a sud est del Portogallo, ci sono più di 250 produttori, con un’area coltivata nell’ordine di 22.000 ettari. La strada del Vino dell’ Alentejo è una meta di culto per gli appassionati di turismo enogourmet. Una meta di quelle ancora da esplorare, dove fare trekking in mezzo a panorami rilassanti, immersi nella natura e nella cultura rurale, e naturalmente degustando vini di ottima qualità nelle più antiche e tradizionali cantine portoghesi.

Eger – Ungheria

Eger è la patria de “La valle della bella signora”, la più famosa strada del vino dell’Ungheria. Poco nota fuori dai confini nazionali, è un percorso affascinante con circa 200 autentiche cantine incise nelle grotte di tufo. Programmare un wine tour in Ungheria è un po’ come fare un viaggio indietro nel tempo. Molte cantine sono in perfetto stile anni ’80 e anche i vini locali risalgono ad annate speciali o particolarmente fruttifere.

Il consiglio di bagexpress? Prima di spedire i bagagli in Italia, fate una sosta nel centro città e godetevi il panorama sorseggiando un buon calice di “Egri Bikavér” , un vino rosso rubino che si lascia ben apprezzare a tavola in abbinamento ai gustosi piatti di carne della tradizione culinaria ungherese.