Un ritorno alla normalità, benché lento e graduale, sembra avvicinarsi sempre di più. E chiaramente non può non interessare un aspetto immancabile della nostra vita: i viaggi.

I mesi invernali sono ormai alle spalle, e la stagione calda è alle porte. Se gli spostamenti all’interno della Penisola sono ancora fortemente limitati, è però possibile concedersi qualche giorno di riposo all’estero.

Una delle mete più gettonate in questo periodo è Fuerteventura. Stiamo parlando della seconda delle Isole Canarie per grandezza, che oltre al clima caldo e ventilato, offre il vantaggio di trovarsi all’interno dell’Unione Europea e nell’area Schengen, e allo stesso tempo di situarsi nell’Oceano Atlantico, a poche decine di chilometri dalla costa africana.
Questa fase storica, è evidente, richiede alcuni adempimenti in più. Vale la pena ricordali rapidamente: tampone anti-genico o molecolare entro le 48 ore prima della partenza verso l’Isola spagnola e lo stesso prima dell’ingresso in Italia, il cui risultato sia negativo. Inoltre, è stato aggiunto da una recente ordinanza l’obbligo di sottoporsi ad una quarantena di 5 giorni presso la propria abitazione, una volta tornati in patria.

Il ritorno alla normalità, lo abbiamo detto, è lento ma con qualche accorgimento in più ci sarà possibile tornare a viaggiare.
Per quanto riguarda le valigie, però, puoi fare in modo di non doverci pensare affidandoti al nostro servizio di spedizione bagagli.